Senza categoria

Vintage è meglio: ode al giradischi

Se Spotify ci ha abituati ad avere a nostra disposizione migliaia di canzoni, i vinili con la loro capienza limitata ci costringono a riascoltare più volte le stesse tracce facendoci apprezzare di più il momento dell’ascolto; che non è più fugace ripetizione di una traccia digitale ma diventa quasi un rituale. Ho comprato un giradischi solo la scorsa settimana ma è già risciuto a farmi apprezzare di più la musica e mi ha consentito di ritagliarmi piccoli momenti di quiete e ascolto, ma anche di divertimento: come quando mi sono trovata a ballare da sola una vecchia canzone di Dalida proveniente da un vinile che apparteneva ad una zia.

fiera-di-sinigaglia

La musica a cui siamo abituati (dei nostri telefoni, delle radio, degli mp3 etc) è pulita e limpida, non si inceppa, non ha rumori di sottofondo, quella dei vinili invece è tutt’altro che limpida e per capire cosa intendo bisogna ascoltarla, dal rumore della puntina allo spostamento del disco che ruota ci sono piccoli rumori e “difetti” che invece di essere fastidiosi ci fanno apprezzare di più la musica anche se meno perfetta di quella digitale. Chi ha detto che la perfezione è sempre positiva?

Io preferisco scovare i vinili nei mercatini dell’usato ma anche i cantanti di oggi hanno iniziato a produrre vinili oltre che cd e Il giradischi ormai è un oggetto di culto e di arredo, ce ne sono di diverse marche, forme e colori. Non mi resta che dire…provare per credere!

il mio giradischi Grausch:  https://www.amazon.it/Grausch-giradischi-portatile-altoparlanti-integrati/dp/B01NCEBBLK

remainsimple_tumblr_com297

Annunci
Standard
Senza categoria

Kintsugi: siamo tutti un pò rotti

Il kintsugi: letteralmente “riparare con l’oro” è un’antica arte giapponese che consiste nel riparare le cose danneggiate o rotte; non nascondendo come siamo abituati a fare noi occidentali le fratture, ma esaltandole colandoci all’interno dell’oro. L’idea è quella di riparare un oggetto mostrando la sua storia e le sue debolezze,che diventano particolarità, invece di buttarlo e sostituirlo con uno nuovo e integro.

kintsugi-kit-4-839-p

Tutti ci siamo sentiti rotti almeno una volta nella vita, come un vaso che credevamo essere saldo e ben posizionato su un mobile non tanto alto, un giorno scopriamo che in realtà il vaso era in bilico sul bordo e che il mobile era altissimo: da quel mobile spesso si cade e ci si frantuma. questo accade quando finisce un amore, quando perdiamo un lavoro, quando le nostre speranze per il futuro sembrano più che mai incerte, quando scopriamo all’improvviso di essere fragili: ma chi, io? fragile? impossibile, io sono forte, mi piego ma non mi spezzo, io cado ma non mi rompo! E invece ci si rompe eccome, e la cosa più difficile è accettarlo e farlo vedere agli altri.

Il segreto probabilmente sta nel fare come i giapponesi, sta nell’applicare l’arte del kintsugi a noi stessi e riparci con l’oro;  non per nascondere le nostre ferite e le nostre debolezze ma per esaltarle e mostrarle. Siamo tutti un pò rotti, dovremmo essere tutti un pò dei vasi kintsugi.

kintsugi

(Mi sembra corretto dire che questo post è stato ispirato da un articolo di Chiara Gamberale su Gioia! di questa settimana)

Standard
Senza categoria

Cinque film d’amore da guardare a San Valentino!

Anche se sei single questo non vuol dire che tu debba per forza odiare il giorno degli innamorati, basta entrare nel mood giusto e il gioco è fatto! Quindi: che tu voglia deprimerti mangiando vaschette di gelato sul divano, passare una serata romantica con la tua dolce metà o organizzare un pigiama party tra amiche ecco cinque film romantici perfetti per te!

 

1. Colazione da Tiffany
image

Uno dei miei film preferiti, l’avrò visto almeno cinque o sei volte, chi non si è mai sentita un pò come Audrey Hepburn in questo film? sola ma anche spirito libero intimorito dal vero amore? e chi non vorrebbe essere corteggiata all’antica da George Peppard?! gatto + gelato + coperta è la tripletta perfetta per guardare questo film!

2.Il diario di Bridget Jones
image

“Il triangolo no, non l’avevo considerato” cantava Renato Zero, ma i registi il triangolo lo considerano eccome e Il diario di Bridget Jones è uno dei migliori film in circolazione per quanto riguarda questo tema! Non vi resta che scegliere tra Mark Darcy per le più romantiche e Daniel Clever per le più audaci… questa volta basta indossare il maglione più ridicolo che avete nell’armadio e bere un bel bicchiere di vino.

3.Notting Hill
image

Uno dei film romantici più belli di sempre, uno dei pochi che piace a uomini e donne, ecco perchè è il film perfetto da guardare anche in coppia! Questa è proprio “una storia d’amore da film”, romantica e divertente, che vi farà venire voglia di fare un salto a Londra. Se siete single cioccolata calda e calze pelose, se siete in due bastano gli abbracci dell’amato/a!

4.Come d’incanto
image

Inutile dirlo, tutte, anche le meno romantiche hanno sognato almeno una volta di essere delle principesse salvate da un bellissimo principe azzurro, se poi ci mettiamo che la città è New York e il principe azzurro è Patrick Dempsey… ho detto tutto. Consigliati una ciotola di Pop Corn e qualche amica, perchè sognare in gruppo è meglio!

5.Sing Street
image

lo so, lo so, ho già consigliato e stra parlato di Sing Street ma cosa ci posso fare se è uno dei film più belli degli ultimi anni?! Un’amore adolescenziale a tempo di musica anni ottanta, con tutte le incertezze e le emeozioni del primo amore, romantico ma non mieloso! se credete nell’amore ma siete stufi sia delle solite commedie romantiche che delle storie drammatiche e strappalacrime, questo è il film che fa per voi! anche questo è perfetto anche da guardare in dolce compagnia…

 

Standard