Senza categoria

È nata una stella ed è nato un regista

“A star is born” è l’opera prima di Bradley Cooper, attore ormai affermato che oltre a dirigere la pellicola interpreta anche la parte di uno dei due protagonisti: il cantante country/rock Jackson Maine . L’altra grande protagonista è Lady Gaga, nei panni della cantante Ally, qui in una versione inedita struccata e spettinata come non l’abbiamo mai vista.

La storia è la classica storia d’amore tra un cantante alcolizzato in rovina e una giovane e talentuosa cantante in ascesa. Ma il cliché viene gestito nel migliore dei modi grazie alla regia di Cooper che si sofferma sui dettagli dei corpi, degli sguardi e della quotidianità di un rapporto di coppia appassionato e e tumultuoso. Il punto di forza sono sicuramente i due attori protagonisti che con questa perfomance estremamente emotiva ed emozionante prenotano un posto in prima fila alla serata degli Oscar, mettendo a tacere chi non vedeva un possibile feeling fra i due e chi sottovalutava Lady Gaga come attrice. Il film si chiude con finale commovente e intenso con un primo piano potente (che ricorda quello di Chalamet in Call me by your name) di Gaga. l’unico punto debole, se dobbiamo cercarlo, è l’eccessiva lunghezza; il minutaggio poteva decisamente essere ridotto per rendere la storia ancora più intensa e coinvolgente ma forse i tempi sono lunghi anche a causa dello spazio che ha la bellissima colonna sonora (cantata veramente dai due attori) quindi possiamo perdonarglielo con la convinzione che anche la canzone principale “Shallow” apparirà nelle nomination degli Oscar.

È sicuramente (ri)nata una stella: Lady Gaga che si conferma oltre che una bravissima cantante anche una grande attrice capace di andare oltre al suo stravagante alter ego biondo platino che siamo abituati a conoscere. Ma è nato anche un regista: Bradley Cooper che porta egregiamente a casa un film interessante sotto tutti i punti di vista e che sembra dire “questo è solo l’inizio”.

Annunci
Standard